Santuario Madonna del Pilastro
You are here:

Locali a Servizio

Casa Canonica ex Asilo

Asilo - Santuario Madonna del Pilastro

 

Campo Sportivo

Santuario Madonna del Pilastro

 

Salone San Giovanni Bosco

Salone San Giovanni Bosco - Santuario Madonna del Pilastro

E' stato costruito nel 1933, in occasione della Canonizzazione di S.Giovanni Bosco e fù a Lui dedicato. Fu inaugurato con molto sfarzo, con la partecipazione delle Autorità, tra cui il Vescovo ed il Prefetto. La costruzione del Salone é stata possibile, grazie alla tenacia di Don Giuseppe Villa, sostenuto dai Benefattori, che all'epoca, erano rappresentati dai Grandi Proprietari Terrieri e dai Conti di Gragnanino. Tra i Benefattori va ricordata certa BENEDETTA CAGNANI, della Famiglia dei Cagnani del Bordello Baricella, sorella, del Cav.Cagnani. Al periodo di cui parliamo (1967) il salone,che aveva visto periodi d'oro,quando era animato dal Prof. DON GIOVANNI DIECI, di Gragnano,sacerdote colto ed intelli gente,incline all'apostolato tra i giovani, Presidente, in seguito, della POA (Pontificia Opera di Assistenza), Responsabile della Colnia Piaggio di Chiavari, era in decadenza,quasi in stato fatiscente. Vi pioveva dentro, il pavimento era sconnesso. Si dovette dare mano, con urgenza ai restauri, per ripristinarlo in favore dei Giovani e dei Ragazzi. Si é riparato il tetto (rifatto completamente, con copertura in eternit e coppi, attorno agli anni 1980/85). Si provvide al nuovo pavimento, alla tinteggiatura, all'impianto di riscaldamento, con generatore ad aria calda. Don Villa ,sacerdote attento all'educazione dei giovani e dei ragazzi, se ne era servito con saggezza e zelo, per recite, teatri, proiezioni di film, ad iniziare con quelli, ancora muti. Si proiettava l'immagine, che recava la didascalia. Sulla Facciata del Salone era dipinta l'immagine di S.Giovanni Bosco a cura del pittore SAIANI, sostituita, perché completamente rovinata dal tempo, dall'artistico Mosaico, opera della Ditta "Mosaici Artistici" di Milano,donato dalla Fam. LAVISIO, in memoria del Defunto fratello GIUSEPPE.